Primo volo per i Typhoon del Kuwait

Venerdì 15 ottobre, dall’aeroporto di Torino Caselle hanno volato per la prima volta i primi due EF.2000 Typhoon destinati all’aeronautica militare del Kuwait (Al-Quwwat al-Jawwiyya al-Kuwaytiyya). I velivoli portano le insegne del Kuwait, e provvisoriamente le matricole militari sperimentali italiane, CSX.55243 e 55244.

Com’è noto, questi sono i primi di un totale di 28 velivoli (22 monoposto e sei biposto) parte di un contratto firmato dal Kuwait con Leonardo nell’aprile 2016. Questi velivoli dispongono di una configurazione molto avanzata, dato che incorporano il radar AESA Captor-E Mk.0 e uno standard avionico PE3b che permette l’impiego di molti armamenti, tra cui i missili aria-aria Meteor, e i missili aria-superficie Stormo Shadow e Brimstone e il missile antinave Marte ER. Il targeting pod è il Lockheed Martin Sniper ATP.

Le consegne di questi primi velivoli sono previste entro l’anno. Nel frattempo, continua l’addestramento dei piloti e del personale tecnico del Kuwait presso l’Aeronautica Militare, grazie a uno specifico Memorandum of Understanding tra i governi italiano e kuwaitiano, in uno sforzo del sistema paese che sta funzionando molto bene. Un articolo completo su questa cooperazione è stato pubblicato sull’edizione 2021 della nostra testata.

(foto: Alessandro Maggia)

error: Content is protected !!