Leonardo annuncia la cessione del business subacqueo “Underwater Armaments & Systems” a Fincantieri

Leonardo ha comunicato di aver firmato un accordo vincolante per la
vendita della linea di business Underwater Armaments & Systems (UAS) a Fincantieri per un importo
basato su un Enterprise Value composto da una componente fissa di € 300 milioni, soggetto ad usuali
meccanismi di aggiustamento, e da una componente variabile per massimi € 115 milioni al ricorrere di
determinati obiettivi di performance per l’anno 2024, per un Enterprise Value totale pari a massimi €
415 milioni. Il closing dell’operazione è previsto per l’inizio del 2025 ed è soggetto alle autorizzazioni
tipiche per tale tipo di operazioni.
“La cessione di Underwater Armaments & Systems rientra nel piano di razionalizzazione del portafoglio
di business di Leonardo. L’iniziativa dà ulteriore impulso alla collaborazione tra Leonardo e Fincantieri,
nel quadro di una più efficace difesa e competitività globale.” – ha dichiarato Roberto Cingolani, AD e DG di Leonardo.
L’Underwater Armaments Systems consiste in Whitehead Alenia Sistemi Subacquei S.p.A., storica partecipata al 100% di Leonardo, che nasce come una
società specializzata nella costruzione di sistemi di difesa sottomarini e in particolare siluri,
contromisure e sonar. All’inizio del 2016, la società è confluita in Leonardo, diventando una linea di
business, ed è stata ridenominata “Underwater Armaments & Systems” (“UAS”). La linea di business
include anche la partecipazione al 50% nella GEIE EuroTorp (costituita con Naval Group e Thales),
dedicata alla progettazione e costruzione del siluro leggero MU90, ed è localizzata in due sedi, Livorno
e Pozzuoli. Nel 2023, la linea di business UAS ha generato ricavi per circa € 160 milioni e un EBITDA di 34 milioni.

(foto Leonardo)

error: Content is protected !!