Approvato il bilancio 2023 di Leonardo

L’Assemblea Ordinaria degli Azionisti di Leonardo ha approvato il Bilancio della Società per l’esercizio 2023 e ha preso visione del Bilancio Consolidato.

I risultati economico-finanziari dell’esercizio confermano la performance del Gruppo, con un andamento particolarmente positivo in termini di generazione di cassa del periodo. Come più diffusamente dettagliato di seguito, in aggiunta ai KPI ordinari sono forniti anche i KPI Proforma, che riflettono il prossimo consolidamento del Gruppo Telespazio.

Gli Ordini evidenziano una crescita continua e strutturale, attestandosi vicino alla soglia di 18 € miliardi (18,7 € miliardi nel dato proforma), con una performance particolarmente positiva nella componente Europea dell’Elettronica per la Difesa e Sicurezza. La sostenibilità della crescita dell’andamento commerciale è ancor più marcata considerando che gli Ordini del 2022 riflettevano la commessa dal Ministero della Polonia relativo agli elicotteri AW149.

I Ricavi sono in crescita del 3,9% (4,1% rispetto al dato Proforma), grazie anche alla significativa ripresa delle Aerostrutture (+34%) e all’andamento dell’Elettronica per la Difesa e Sicurezza e degli Elicotteri. Alla crescita dei Ricavi si affianca una crescita dell’EBITA del 5,8% (6,1% rispetto al dato Proforma).

L’EBITA continua ad essere trainato dall’Elettronica per la Difesa e Sicurezza, con particolare apporto della componente Europea, e dalla ripresa delle Aerostrutture, portando il ROS all’8,4 %.

Rilevante performance finanziaria, con il flusso di cassa (FOCF) che registra un incremento del 18% rispetto al dato registrato del 2022, a dimostrazione della capacità del Gruppo di continuare il percorso di rafforzamento della generazione di cassa intrapreso.

L’Indebitamento netto di Gruppo continua a decrementarsi, con un miglioramento del 23% rispetto al 2022, e si attesta a 2,3 miliardi di euro; la significativa generazione di cassa e le rivenienze derivanti dalla cessione della quota minoritaria di DRS hanno permesso al Gruppo di proseguire nel percorso di riduzione dell’Indebitamento.

Nel dettaglio, i risultati dell’esercizio 2023 evidenziano

Ordini: pari a 17.926 milioni di euro, (€mld. 18,7 nel dato proforma), in crescita rispetto al 2022

(+3,8%, +3,5% rispetto ai dati proformati), grazie all’importante apporto dell’Elettronica per la Difesa

e Sicurezza in tutte le aree di business della sua componente Europea. L’incremento dell’anno

rappresenta un importante segnale di consolidamento per il Gruppo, considerando che il dato

comparativo includeva la rilevante acquisizione dell’ordine per gli elicotteri AW149 ricevuto dal

Ministero della Difesa della Polonia (€mld. 1,4). L’andamento degli Ordini evidenzia chiaramente la

validità dell’offerta commerciale del Gruppo Leonardo grazie alla diversificazione dell’offerta, alla

capillare distribuzione geografica dell’organizzazione commerciale e alla competitività del Gruppo.

La qualità di prodotti e soluzioni integrate che rispondono ai complessi requisiti operativi dei clienti,

e l’innovazione, sono i solidi elementi distintivi del Gruppo che hanno permesso di consolidare e

accrescere la presenza del Gruppo nel mercato che – anche in assenza di singoli grandi ordinativi

consentono la crescita del portafoglio di attività future. Il suddetto livello di Ordini equivale ad un

book to bill (rapporto fra gli Ordini ed i Ricavi del periodo) pari a circa 1,2.

Portafoglio Ordini: pari a 39.529 milioni di euro, assicura una copertura in termini di produzione

pari a 2,6 anni (2,5 nel 2022) e si avvicina alla soglia dei 40 miliardi di Euro, grazie al successo delle campagne commerciali avviate negli ultimi anni

Ricavi: pari a 15.291 milioni di euro (€mld. 16 nel dato proforma), risultano in incremento rispetto al 2022 (+3,9%, +4,1% rispetto ai dati proformati) in quasi tutti i settori di business, incluso

Aerostrutture, che beneficia della ripresa delle consegne del B-787. Di particolare rilievo l’apporto

della componente Europea dell’Elettronica per la Difesa e Sicurezza)

EBITA: pari a 1.289 milioni di euro (€mil. 1.326 nel dato proforma), riflette la solida performance

dei business del Gruppo presentando una crescita rispetto al 2022 (+5,8%, +6,1% rispetto ai dati

proformati) grazie al maggior contributo della componente Europea dell’Elettronica per la Difesa e

Sicurezza ed alla minore perdita nelle Aerostrutture, in linea con il percorso di risanamento del

business e a conferma della graduale ripresa del mercato aeronautico civile

EBIT: pari a 1.085 milioni di euro, rispetto al 2022 (€mil. 961), del miglioramento dell’EBITA, oltre che della minore incidenza di costi di ristrutturazione legati ai piani per il prepensionamento in essere

Risultato netto ordinario: pari a 742 milioni di euro, (€mil. 697 nel 2022) riflette l’andamento

dell’EBIT e l’imposizione fiscale che nel 2022 beneficiava prevalentemente di una minor tassazione delle società estere

Risultato netto: pari a 695 milioni di euro (€mil. 932 nel 2022) include, oltre al Risultato Netto

Ordinario, la rilevazione, per €mil. 57, degli oneri legati alla valutazione del business dei trasporti su gomma in vista della prossima cessione, al netto della plusvalenza di €mil. 10 relativa alla cessione del ramo ATM da parte di Selex ES, Llc illustrata nella sezione delle “Operazioni Industriali”. Il dato del 2022, viceversa, rifletteva la plusvalenza realizzata con riferimento alle cessioni dei business Global Enterprise Solutions e Advanced Acoustic Concepts di Leonardo DRS

Free Operating Cash Flow (FOCF): positivo per 635 milioni di euro (€mil. 652 nel dato proforma), in crescita del 17,8% rispetto al FOCF 2022 di €mil. 539 (+16,6% rispetto al dato proforma di €mil. 559), conferma il trend positivo già evidenziato negli anni recenti. Gli obiettivi conseguiti sono frutto delle iniziative di rafforzamento della performance operativa, di una attenta politica di investimento in un periodo di crescita del business, della razionalizzazione ed efficientamento del capitale circolante e di una efficiente strategia finanziaria

Indebitamento Netto di Gruppo: pari a 2.323 milioni di euro risulta in miglioramento rispetto al

31 dicembre 2022 (€mil. 3.016); il dato beneficia del sopradetto andamento del FOCF includendo

altresì gli effetti finanziari delle operazioni di seguito descritte

o la cessione, finalizzata nel mese di novembre, di azioni ordinarie di Leonardo DRS (operazione

più diffusamente illustrata nella sezione delle “Operazioni industriali e finanziarie”), con un

conseguente incasso – al netto dei costi di transazione – di circa €mil. 327 (USDmil. 352);

o la cessione, perfezionata nel mese di maggio, da parte della controllata statunitense Selex ES

Llc del ramo d’azienda relativo alle attività di Air Traffic Management (ATM”) alla società Indra Air

Traffic, Inc., interamente controllata dalla società spagnola Indra Sistemas S.A., per un importo

complessivo pari a circa USDmil. 37;

o il pagamento del dividendo avvenuto nel mese di luglio per un importo pari a €mil. 83;

o la sottoscrizione di nuovi contratti di leasing per €mil. 92;

o la traduzione delle posizioni in valuta estera e altre partite

error: Content is protected !!